Condividi
Home » Paesaggio naturale » Geositi

Cratere del Monte Gibéle

(International value)

  • Codice Geosito: 004
  • Denominazione: Cratere del Monte Gibéle
  • Ubicazione: Italia, Regione Sicilia, Provincia di Trapani, Comune di Pantelleria
  • Coordinate geografiche: 36°46'33.95"N; 12° 0'52.64"E
  • Altitudine: 680 m slm
  • Livello di interesse: internazionale
  • Interesse Scientifico Principale: geomorfologico, idrogeologico, vulcanologico.
  • Interesse Scientifico Secondario: geochimico, conservazionistico, biologico.
  • Tipologia di Geosito: geologico

L'edificio vulcanico del Gibéle è un centro vulcanico con estese colate trachitico-pantelleritiche risalenti a 29.000-35.000 anni fa (Mahood et al., 1983; Civetta et al. 1988; Orsi et al., 2008), (Figure 1, 2 e 3).
Questi depositi vulcanici sono appartamenti al II Ciclo descritto da Civetta et al. (1988), i quali descrivono la storia vulcanica di Pantelleria nel periodo Post-Tufo Verde (ossia posteriore a 46.000 anni fa).
La lunghezza dei flussi lavici diminuisce con l'altezza stratigrafica, nel caso del Monte Gibéle i più lunghi raggiungono circa 1 km dal centro di emissione. La parte superiore della sequenza è costituita da flussi lavici che hanno fluito su brevi distanze, e che formano un cono con fianchi molto ripidi, nel caso del Monte Gibéle, sono principalmente vergenti verso est e sud (Figura 3).
All'interno del cratere del Monte Gibèle sono presenti anche delle zone di emissione di getti di vapore acqueo, che possono raggiungere temperature anche di 100°. Questi getti fuoriescono da fessure della roccia in modo intermittente, e possono essere accompagnati qualche volta da emissione di anidride solforosa e acido solfidrico. Questi getti, non sono sempre presenti, ma seguono l'andamento della falda. Ovvero se è presente dell'acqua di falda che si riscalda attraverso le rocce dell'acquifero, sono presenti i getti, invece nei periodi in qui la falda e assente o di modesta entità, i getti di vapore d'acqueo non sono presenti.


Maggiori dettagli: (mappa)

Conservazione: Ben conservato.
Come raggiungere il sito: Il sito si raggiunge a piedi attraverso il sentiero C.A.I. n°977. Oppure con la macchina raggiungendo il Monte Gibele attraverso la via di Serraglia.

Bibliografia:
- Civetta, L., Cornette, Y., Gillot, P.-Y. e Orsi, G., 1988. The eruptive history of Pantelleria (Sicily Channel) in the last 50 ka. Bulletin of Volcanology 50, 47-57.

- Mahood, G.A. e Hildreth, W., 1983. Nested calderas and trapdoor uplift at Pantelleria, Strait of Sicily. Geology 11, 722-726.

- Orsi G., Civetta L., D'Antonio M. (2008). L'isola di Pantelleria Guida all'escursione. XXII Giornata di Studi e Laboratorio "Valorizzazione e tutela del paesaggio geologico di Pantelleria per una politica geoturistica in Sicilia", 27 - 28 - 29 giugno 2008, Pantelleria. Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia.

Comune: Pantelleria (TP) | Regione: Sicilia | Localizza sulla mappa
Figura 1: Il Cratere di Monte Gibéle visto dalla cima di Montagna Grande
Figura 1: Il Cratere di Monte Gibéle visto dalla cima di Montagna Grande
(foto di Parco Nazionale Isola di Pantelleria)
 
Figura 2: Il Cratere di Monte Gibéle visto dalla cima di Montagna Grande
Figura 2: Il Cratere di Monte Gibéle visto dalla cima di Montagna Grande
(foto di Parco Nazionale Isola di Pantelleria)
 
Figura 3: Il settore sud-est del Cratere di Monte Gibéle. Dietro il Monte Gibéle è possibile notare la cima di Montagna Grande
Figura 3: Il settore sud-est del Cratere di Monte Gibéle. Dietro il Monte Gibéle è possibile notare la cima di Montagna Grande
(foto di Parco Nazionale Isola di Pantelleria)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione